Andrea Chénier – Modena


di Alessandro Rigoni

per “GBOpera Magazine”
Info evento
Modena, Teatro Comunale Luciano Pavarotti Andrea Chénier, di Umberto Giordano. Dramma di ambiente storico in quattro quadri. Libretto di Luigi Illica. Direttore Aldo Sisillo.

…Il teatro comunale…era letteralmente gremito e gradevolmente pervaso dell’aria di curiosa elettricità che accompagna una vera e propria prima L’attesa è valsa la pena: l’esito complessivo è di altissima qualità e conferma l’assoluta rilevanza nazionale (e non solo) dell’istituzione modenese….Se il Coro del teatro modenese e delle terre verdiane se la cava molto bene per stile e compattezza con il preparatore Stefano Col<ò, davvero ottima è la performance dell’Orchestra Regionale dell’Emilia Romagna, che non sbaglia un colpo grazie ala guida del direttore Aldo Sisillo: domina infatti la partitura dal ricco organico e dalla scrittura densa con buonsenso, amore e conoscenza delle ragioni del canto, tenuta “narrativa” che ha ben pochi paragoni oggi. E’ proprio la sua capacità di sintesi, scevra da eccessi retorici e rallentando tradizionali a fare di questo Chénier lo spettacolo godibile e leggibile che è stato. Al termine un successo grandissimo e caloroso con un particolare non irrilevante che accresce la stima per la fondazione di Modena: con il direttore e con il team creativo entrano in scena macchinisti, sarti e tecnici, schivi e non avvezzi alla ribalta. Un gesto d’amore per il Teatro e di rispetto per chi lo fa, come un’unica e affiatata squadra.

Alessandro Rigoni

GBOpera Magazine