2, 5 e 7 febbraio 2017

Attila di Giuseppe Verdi – Modena

Modena, Teatro Comunale Luciano Pavarotti


Dramma lirico in un prologo e tre atti. Libretto di Temistocle Solera e Francesco Maria Piave dalla tragedia Attila, König der Hunnen di Zacharias Werner

Personaggi e interpreti

  • Attila, re degli Unni Carlo Colombara
  • Ezio, generale romano Vladimir Stoyanov
  • Odabella, figlia del signore di Aquileja Svetlana Kasyan
  • Foresto, cavaliere aquilejese Sergio Escobar
  • Uldino, giovane bretone, schiavo d’Attila da definire
  • Leone, vecchio romano John Paul Huckle
  • Direttore Aldo Sisillo
  • Regia e luci Enrico Stinchelli
  • Scene e costumi Pier Paolo Bisleri
  • Maestro del coro Stefano Colò

Orchestra dell’Opera Italiana
Coro della Fondazione Teatro Comunale di Modena

Produzione Fondazione Teatro Comunale di Modena

Allestimento del Teatro Lirico “Giuseppe Verdi” di Trieste

Recensioni

La direzione del maestro Aldo Sisillo è stat equilibrata, elegante, tranquilla….èriuscita a dare risalto ai contrasti e ai chiaroscuri, a valorizzare una sonorità corposa pur senza enfasi, aiutando i personaggi a emergere su un’Orchestra dell’Opera Italiana in piena forma.

Mirko Bertolini
Teatro.it, – Vai alla pagina

..La direzione di Aldo Sisillo è stata precisa, attenta nell’accompagnare i cantanti nei loro momenti solistici, scattante nelle cabalette, talvolta un po’ eccessiva nei volumi (il teatro di Modena ha una buonissima acustica e non è necessario “calcare la mano”): insomma un Attila accattivante e mai noioso….

Ugo Bedeschi
Operaclick – Vai alla pagina

….Dal podio il M° Aldo Sisillo ha imposto alla composta e solerte Orchestra dell’Opera Italiana dei tempi sostenibili per le voci in un ottimo rapporto buca palcoscenico, dominando le dinamiche e imprimendo un ritmo incalzantee alle pagine più qurantottesche riservando slanccio lirico ai momenti di incantata e sognante melodia nei unti più ssuggestivi dell’opera: il magnifico preludio, l’ariaa “Nel fulgente nuvolo”, e il “Sogno” di Attila, altrettanti punti di rapinosa bellezza.

Andrea Merli
I teatri dell’Est e non solo – Vai alla pagina

…Sul podio Aldo Sisillo ha diretto l’Orchestra dell’Opera Italiana e il coro del Teatro modenese con impronta giovanilverdiana, neologismo creato al momento, ma che esprime più di ogni altro termine una conduzione vivace e sonora, ma sostanzialmente adeguata agli “anni di galera”. Alla fine applausi per tutti

Paolo Zoppi
Gazzetta di Parma – Vai alla pagina